Gli spazi d’Arte

L’amministrazione di Sasso Marconi, a seguito di un bando pubblico, ha assegnato quattro atelier all’interno di Colle Ameno dando così il via al programma di residenze artistiche e botteghe artigiane per l’anno 2020-2021.
Il progetto vuole essere il primo passo per la riqualificazione e valorizzazione dello straordinario complesso di Colle Ameno e Villa Davia.

Tutti i progetti vincitori del bando hanno in comune una concezione della prassi artistica che potremmo definire di tipo relazionale, in senso sociale ed ecologico. Ovvero escono da una visione legata esclusivamente alla sfera individuale e a sovrastrutture ideologiche, per esplorare una dimensione universale legata alla volontà di creare una nuova narrazione sull’essere umano.

Difatti i tre punti di indagine elaborati dagli artisti, ricordando che Colle Ameno fu fondato nel XVII secolo come città ideale, sono: libertà (in riferimento alla vita culturale), uguaglianza (in riferimento alla vita giuridica) e fraternità (in riferimento alla vita economica).

Nel corso dell’anno gli artisti e gli artigiani elaboreranno una serie di incontri, workshop, studio visit e mostre temporanee che coinvolgeranno sia altri artisti che la popolazione di Sasso Marconi, con una particolare attenzione alla sfera formativa legata agli studenti di ogni ordine e grado.

L’idea è quella di favorire un’esperienza collettiva virtuosa, in grado di creare una maggiore consapevolezza sulla dimensione culturale, giuridica ed economica, ovvero sui tre fondamenti su cui si poggia la società nel suo complesso. L’arte torna a parlare ad un vasto pubblico, creando così un’esperienza di inclusività e confronto tra le varie componenti della società civile.